Filiera di economia solidale in Friuli VG

des_logoL’Economia Solidale va avanti: in diverse regioni d’Italia si stanno costituendo Distretti e filiere produttive ecologicamente sostenibili e socialmente eque.   Ciò grazie all’iniziativa di cittadini produttori, consumatori e spesso con il sostegno di Istituzioni pubbliche.

Questo processo si sta per la prima volta concretizzando anche in Friuli VG grazie ad un patto “della farina” stipulato fra produttori, trasformatori e consumatori della provincia di Gorizia e Udine. Si tratta quindi di un pezzo della filiera dell’alimentazione che farà da battistrada per analoghe iniziative in altri distretti della regione. Si realizza così un preciso progetto di solidarietà sociale e si dimostra che è possibile fare un’ altra economia attraverso la partecipazione e l’uso intelligente delle risorse locali, creando nuova occupazione e ricreando comunità in grado di autosostenersi.  Di questi tempi, non ci sembra poca cosa!

A Gorizia martedì 28 aprile presso il Palazzo Attems Petzenstein, P.zza De Amicis, 2 –  a cura del Forum dei Beni Comuni del Friuli VG e con il sostegno di associazioni locali – il Patto verrà presentato alla cittadinanza. Il Patto, cioè i reciproci impegni e gli accordi “commerciali” (costi e profitti riconosciuti, qualità delle materie prime e delle lavorazioni, prezzi di acquisto e vendita) è stato sottoscritto dai protagonisti della Filiera: un mugnaio, un panettiere, vari GAS e associazioni. Sui terreni della Proprietà Collettiva di San Marco di Mereto inoltre viene già prodotto il frumento biologico, primo “pezzo” della filiera produttiva.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *